Perché implementare una strategia su mobile nella relazione con il cliente?

L’utilizzo del mobile in Italia non smette di crescere: complessivamente sono oltre 25 milioni gli italiani che navigano con lo smartphone ogni mese (pari a circa il 70% degli utenti internet complessivi). Non sorprende che 6 minuti su 10 passati online provengano dallo smartphone. L’80% dei mobile surfer lo utilizza per prendere decisioni di acquisto o relazionarsi con il marchio, mentre un terzo lo utilizza per effettuare l’acquisto. Per maggiori informazioni, scarica gratuitamente il nostro white paper.

I marchi non hanno altra scelta: per riuscire a coinvolgere tutti i consumatori devono includere il mobile nella loro strategia aziendale.

La tendenza del “mobile first” in piena espansione

mobileNel 2016 anche Google ha deciso di puntare sul mobile. Con l’aumento delle ricerche fatte su mobile a scapito del desktop, il gigante americano ha creato una nuova indicizzazione “mobile first”, rendendo il mobile commerce un’esperienza dalle elevate prestazioni.

Il mobile è entrato nel nostro quotidiano per non lasciarci più. Oggi le persone lo utilizzano con maggiore frequenza per effettuare acquisti. “Nel 2016 i dispositivi mobile continuano ad occupare un posto di primo piano, persino essenziale nella vita quotidiana, influendo sul nostro tempo e sul reddito, ma la loro influenza rimane limitata. Per la maggior parte dei consumatori gli smartphone e i tablet sono complementari e hanno migliorato i prodotti e altri supporti anche se non li sostituiscono. I giovani tra i 18 e i 24 anni possono avere un computer portatile sulle gambe e uno smartphone in mano”, afferma Duncan Stewart, Direttore del centro di ricerca TMT di Deloitte Canada.

Scopri di più: Relazione clienti & eCommerce: la rivoluzione del mobile

Mobile: uso e canali di contatto 

mobile

Gli smartphone sono entrati prepotentemente nella vita quotidiana delle persone. Gli smartphone hanno raggiunto una penetrazione del 73% sugli italiani che possiedono un telefono cellulare. Secondo WeAreSocial, gli italiani si connettono sempre di più e lo fanno sempre più spesso usando i propri smartphone, come testimonia anche il volume di traffico internet generato da diversi dispositivi: se la percentuale di persone che navigano da un computer è scesa del 14%, sale quella di chi si connette da qualsiasi altro device (+44% dal proprio telefono, +8% da un tablet e +24% da altri dispositivi – come, ad esempio, console o smart TV).

mobile

Scarica il white paper

Luca

Con una formazione internazionale in comunicazione e uno sguardo rivolto al mondo del web, sono interessato a tutto ciò che riguarda il marketing, le lingue straniere e la cooperazione internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *