ibbü, i migliori esperti al servizio di Marmara

Marmara è un marchio del gruppo TUI France, filiale di TUI Travel PLC, leader mondiale del tour operator. Marmara è il primo attore del turismo ad affidare la relazione clienti ad ibbü durante la fase di prevendita. Dal suo lancio, il tasso di soddisfazione ha raggiunto il 90%.

Grazie a questo nuovo servizio, i visitatori online possono porre delle domande in tempo reale agli esperti ibbü attraverso una finestra di chat. Grazie a tale iniziativa, i visitatori usufruiscono di un’esperienza premium con un accompagnamento valido e immediato, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 da questi appassionati e clienti di Marmara.

“Attualmente i siti del turismo digitale perdono in media il 50% di opportunità di trasformare i visitatori in clienti poiché il 60% delle prenotazioni sono fatte alla sera o nei weekend, momenti in cui il servizio clienti è chiuso o non è disponibile per rispondere alle domande dei visitatori. Siamo orgogliosi di poter offrire a TUI una soluzione che rivoluziona il servizio clienti, offrendo un’esperienza innovativa in grado di dare delle risposte utili ai visitatori dei siti del turismo, spiega Julien Hervouët, fondatore di iAdvize.

Scarica il caso di studio: http://landing.iadvize.com/fr/caso-di-studio/marmara-ibb%C3%BC-chat-relazione-clienti

Come funziona?

  • Per quanto riguarda la selezione delle persone, iAdvize si occupa di individuare e formare i futuri esperti. Un questionario ha permesso di valutare il livello di esperienza, le capacità di espressione così come la competenze commerciali degli esperti.

“Grazie al targeting comportamentale di ibbü, partecipiamo alla decisione finale del processo di selezione dei profili che costituiscono la community di esperti che verranno associati al nostro servizio clienti durante gli orari di chiusura. Non diciamo agli esperti ibbü cosa devono dire. Questo consente di generare discussioni autentiche, basate sulla condivisione di un’esperienza personale. I visitatori sono molto ricettivi, afferma Pierre-Olivier GROLLEAU Retail Director, TUI France.

  • Una volta ritenuti idonei da Marmara, gli esperti ibbü possono scegliere le missioni che gli interessano e come utilizzare il proprio tempo per rispondere ai visitatori. Quando vogliono, possono andare su ibbu.com e ricevere automaticamente le domande via chat e dare dei consigli e delle informazioni sui prodotti che i visitatori vogliono acquistare. In questo modo, potranno preparare il loro viaggio nel migliore dei modi!

Scopri di più: Cos’è ibbü?”

Come sono retribuiti gli esperti?

Gli esperti possono essere retribuiti in base al numero di chat gestite o in base alle vendite che riescono a generare. Gli esperti di Marmara sono retribuiti in base a una percentuale delle vendite che producono, guadagnando circa 300 € a settimana. Gli appassionati chattano quando vogliono sul loro computer o sull’applicazione ibbü e alcuni di loro svolgono questa attività in parallelo all’attività professionale.

Scopri di più: ibbü, i migliori esperti al servizio di Marmara

Il primo bilancio di ibbü?

Le conversazioni ibbü si traducono con carrelli medi e tassi di conversione considerevoli: il fatturato generato per contatto è aumentato del 33% e in un mese, ibbü ha permesso di generare 500.000 euro di fatturato aggiuntivo. D’altronde, il modello economico “on-demand” di ibbü (pagamento all’atto, senza impegno) permette di variare e ridurre i costi della relazione clienti.

“Una conversazione tra un visitatore e un esperto dura in media 15 minuti, il che consente di instaurare una relazione privilegiata tra il nostro marchio e i futuri clienti. Durante il lancio del marchio TUI e del sito a settembre 2016, estenderemo il servizio su altri prodotti” afferma Pierre-Olivier GROLLEAU, Retail Director di TUI France.

Scarica il caso di studio: http://landing.iadvize.com/fr/caso-di-studio/marmara-ibb%C3%BC-chat-relazione-clienti

Luca

Con una formazione internazionale in comunicazione e uno sguardo rivolto al mondo del web, sono interessato a tutto ciò che riguarda il marketing, le lingue straniere e la cooperazione internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *